Scuola Infanzia e Primaria Nencioni

SCUOLA INFANZIA E PRIMARIA NENCIONI


L’edificio a tre piani che ospita la scuola Nencioni, interno rispetto alla strada , venne realizzato su progetto dell’architetto Guidotti della Società anonima Edificatrice . La Società si costituì nel 1848 per iniziativa oltre che del Guidotti anche di un tal signore Giovanni Sandrini e del marchese Carlo Torrigiani.. L’edificio è da inserire nell’ambito di un complesso intervento che definì, tra il 1862 e il 1864, l’intero isolato tra via Magenta , via Montebello e via Garibaldi . All’epoca erano 132 appartamenti , si vide la realizzazione, insieme agli appartamenti, anche di alcuni locali adibiti a scuola e ad asilo. Si volle quindi collocare anche uno spazio destinato a scuola , necessità molto sentita all’epoca. A quei tempi esisteva la scuola delle Leopoldine situata in piazza Santa Maria Novella ma l’aumento della popolazione richiedeva nuovi spazi per le scuole. La mentalità si evolveva e si vedeva la costruzione di nuovi edifici non solo in funzione abitativa ma, in parte, funzionale anche alla creazione di scuole . La scuola era intitolata a Raffaello Lambruschini, genovese di origine, che dopo gli studi teologici seppe aprirsi ad una formazione civile e politica improntata, nel campo dell’educazione, ad ideali di libertà, uguaglianza e giustizia. Il Lambruschini intendeva applicare i progressi delle scienze sperimentali per attuare una cultura nuova,animato dal portare innovazioni in agricoltura fondò il Giornale Agrario Toscano. Con l’annessione della Toscana al Piemonte venne nominato senatore del Regno di Sardegna e, nel 1861, senatore del Regno d’ Iitalia. Dopo la morte di Cosimo Ridolfi , nel 1865, venne eletto presidente dell’Accademia dei Georgofili. E , indirettamente, proprio all’Accademia dei Georgofili, per le tragiche circostanze del Maggio 1993 , si collega l’attuale nome della scuola.
La scuola oggi porta il nome di Nadia Nencioni la bambina di otto anni che frequentava la scuola Lambruschini , morta con la sorella Caterina di soli cinquanta giorni, il babbo Fabrizio e la mamma Angela nella “strage dei Georgofili”, l’attentato terroristico della notte tra il 26 e il 27 Maggio 1993, l’esplosione di un’autobomba proprio in via dei Georgofili.
È datato 24 maggio1993,tre giorni prima dell’esplosione , l’ultima poesia scritta da Nadia, si intitola «Il tramonto»
«Il pomeriggio/ se ne va/ il tramonto si avvicina/ un momento stupendo/ il sole sta andando via (a letto)/ è già sera, tutto è finito».

L’edificio è situato in via Montebello, in prossimità del Teatro Comunale, lungo la direttrice che conduce a Porta al Prato e alle Cascine.

Attualmente il plesso scolastico ospita:

  •   una sezione a tempo pieno di Scuola primaria (40 h.)
  •   una sezione a tempo normale di Scuola primaria (27 h.)
  •   tre sezioni di Scuola dell’infanzia

Scuola Primaria

La scuola è dotata di Laboratorio per le attività di manipolazione e pittoriche; Giardino; Aula motoria; Sala mensa. Numerosi i PROGETTI ATTIVATI nel corso dell’anno:

ORE

Dal lunedì al venerdì

Orario

            40

Cinque giorni

8.30-16.30

            27

Tre giorni

8.30-12.30

Due giorni

8.30-16.30Alle famiglie che ne fanno richiesta, si assicura il servizio di pre-scuola, a partire dalle ore 7.35.


 La Scuola è dotata di Biblioteca, Aula informatica, Palestra, Spazio teatro, Cortile, Mensa.
Numerose sono le attività progettuali che arricchiscono e qualificano l’offerta formativa, come Il progetto Mus-e, attivo a Firenze dall’anno scolastico 2007/2008 e con un numero crescente di partecipanti, attratti dalla contaminazione tra arti espressive e artistiche, fondamentali per la crescita e la socializzazione dei bambini.

Scuola dell’Infanzia

Anche per la Scuola dell’Infanzia il tempo scuola prevede il sabato libero e 40 h. settimanali, secondo il seguente schema:

ORE

Dal lunedì al venerdì

Orario

            40

         Cinque giorni

8.30-16.30

Progetto Accoglienza;

Laboratorio di Musica;

Laboratorio di Psicomotricità;

Laboratori per fasce d’età;

Laboratorio di Natale;

Progetto Continuità con la scuola primaria.

La giornata scolastica prevede l’alternanza di due insegnanti e la realizzazione di attività didattiche e laboratoriali, anche in piccolo gruppo; la programmazione di ore di compresenza permette ai docenti di svolgere specifiche attività programmate dal Consiglio di Intersezione. Numerosi i PROGETTI ATTIVATI nel corso dell’anno:

  • Accoglienza;
  • Progetto Musica;
  • Progetto Biblioteca;
  • Progetto Psicomotricità.

E’ prevista la realizzazione di attività educative e didattiche in continuità con la Scuola primaria Nencioni e con i Nidi del Quartiere. Le attività si svolgono in sezione o in spazi predisposti appositamente. Importanti sono i momenti dedicati alla promozione dell’autonomia personale, in cui i bambini, imparando a scoprire se stessi e a stare con gli altri, apprendono le prime regole di vita comune, acquisiscono competenze relazionali e cognitive, approdano a maggiori livelli di autonomia.